COME VESTIRSI: IDEE ORIGINALI PER OGNI EVENTO

Come-vestirsi

Come vestirsi

Ogni circostanza mondana o evento richiede un’attenzione particolare sul come vestirti. Non sempre è facile curare il proprio look e mostrarsi sempre alla grande. Esistono molti piccoli segreti che ti permetteranno di avere l’abbigliamento giusto al tuo evento. La cura della tua persona e del come vestersi è fondamentale soprattutto nella odierna società dell’apparenza.  Pensa che addirittura nelle classi più abbienti esiste la figura professionale del personal shopper che è colui che si prende cura del look del cliente.

Ognuno di noi ha bisogno di consigli per risultare sempre glamour ad ogni evento o nella vita di tutti giorni. Sul come vestirsi incide molto la professione che si svolge quotidianamente. Infatti soprattutto nel look da scegliere a lavoro occorre rispettare molte regole per non risultare inopportuno.

Consiglio sempre di sentirsi a proprio agio in tutto quello che si indossa e fare in modo che il vestiario rispecchi la tua personalità. Non sentirsi a proprio agio con un abito viene subito notato dalle persone che ti circondano. Cerca di scegliere un look che esprima chi sei e di non crearti problematiche interiori o esteriori su ciò che indossi. Cura molto il portamento indipendentemente che sia un abito firmato o meno.

CONSIGLI UTILI SUL COME VESTIRSI

Ti do dei consigli sul come vestirti e in special modo quando indossare un capo piuttosto che un altro.

Eleganza

Eleganza

Gli accessori sia per l’uomo che per la donna sono fondamentali. L’accessorio arricchisce la persona e spesso viene notato più il dettaglio del vestito che si indossa. Attento sempre ad abbinare gli accessori giusti con l’abito, faranno grande il tuo look!

Sia per l’uomo che per la donna vanno molto di moda le bretelle. Capo che si sta affermando in maniera importante nell’alta moda e soprattutto tra i professionisti. La bretella da uomo può avere molte varianti da utilizzare in circostanze formali o meno. In ogni caso ti raccomando di non indossare la bretella da uomo sotto un frac o uno smoking, è inopportuno e poco elegante.

Sotto il frac e lo smoking ti consiglio ed occorre mettere una cintura per risultare glamour. La cintura è utilizzata sia dall’uomo che dalla donna.

Un altro accessorio che fa la differenza sono le calze da uomo. Le calze da uomo devono secondo gli standard classici glamour avere lo stesso colore del pantalone che si indossa. Ma va ricordato che ultimamente è bello e stravagante indossare un calzino differente dal look dell’abito. Sicuramente questa è una scelta per gli uomini più vanitosi e stravaganti.

La cravatta è un accessorio molto usato dagli uomini, sia sul lavoro che nella vita di tutti i giorni. Ti consiglio sempre di abbinarla con il resto degli oggetti che indossi. Alternativa valida e chic alla cravatta è il papillon. Scegliere se indossarlo dipende molto da come ci si sente e dal look che si vuole creare. Io lo trovo di gran gusto!

Sull’abito da uomo ti consiglio di abbinare sempre la pochette. La pochette aggiunge al tuo abito uno stile ed inoltre è sinonimo di eleganza. La pochette è un accessorio molto di moda e che contraddistingue l’uomo glamour e ricercato.

Per l’inverno un altro accessorio molto di moda è il guanto da uomo. E’ un accessorio che contraddistingue e mette in risalto chi lo indossa, usato indifferentemente dall’uomo e dalla donna. Al giorno d’oggi viene indossato, oltre che sotto ad un cappotto, anche nel periodo estivo con t-shirt e camicia. In questo caso i guanti sono corti, tagliati sui polpastrelli e sono realizzati in pelle generalmente.

Mai sottovalutare nelle ore più calde l’accessorio dell’occhiale da sole. Molto di moda e nelle forme più strane, possono arricchire e migliorare di gran lunga il tuo look. Divertiti nell’abbinarlo.

Orologio

Orologio

Passiamo ora ad un accessorio molto importante nell’abbigliamento per il tuo evento. Viene davvero notato molto l’orologio che indossi. L’orologio può essere da polso o orologio da taschino. Naturalmente il tuo look viene contraddistinto dall’orologio. E’ consuetudine sociale dire “ dimmi che orologio indossi e ti dirò chi sei ”.

Ti consiglio ti aggiungere al tuo look un altro accessorio molto glamour, ossia il bastone da passeggio. Utilizzato come vezzo ma anche da coloro che hanno problemi motori.  Lo possiamo trovare semplice o arricchito di particolari.

Questa è una breve guida informativa sul come vestrirti ad un evento. Nota che ogni dettaglio arricchisce il tuo look. Saperli comprare non è semplice ed abbinarli ancora più complicato. Può risultare anche molto divertente giocare con gli abbinamenti ed inoltre arricchisce sempre il tuo evento di gusto e stile.

ELEMENTI UTILI PER VESTIRTI BENE

Ti elenco una serie di punti salienti che ti aiuteranno a scegliere come vestirti:

  • Linee del proprio corpo: sicuramente nello scegliere il proprio abito tieni sempre presente il tuo peso e la tua altezza. In base a ciò effettua le scelte giuste.

  • Colori: gioca con i colori. Abbinali e divertiti, ma senza creare troppa confusione al tuo look.

  • Età: un dato molto importante nello scegliere il tuo capo d’abbigliamento è l’età. Puoi risultare inopportuno con un capo di alta moda troppo giovanile e viceversa.

  • Seguire la moda: aiuta sicuramente essere aggiornato sulle mode del momento. Ma non forzare troppo la mano con capi firmati. Potresti sembrare un cartello pubblicitario. E’ bello avere dei capi firmati e alla moda, ma bisogna anche saperli abbinare.

  • Riviste: sulle riviste puoi trovare dei consigli utili sul look per la stagione estiva ed invernale. Visionale e crea il tuo look.

  • Personalità: crea sempre tu stesso il tuo look e fai in modo che sia sempre coerente con la tua personalità.

Divertiti con la moda e non prenderti mai troppo sul serio. Questo è un piccolo consiglio che mi auguro tu voglia seguire. Scegliere come vestirti al tuo evento può portare via molto tempo. Cambialo continuamente e gioca con esso.


BASTONE DA PASSEGGIO: QUALE SCEGLIERE

Bastone-da-passeggio

Bastone da passeggio

Il bastone da passeggio è un ornamento maschile che puó essere utilizzato come aiuto per facilitare le capacità motorie di una persona anziana o con difficoltà di deambulazione. Il bastone da passeggio, è un ornamento che dà raffinatezza e eleganza ad un uomo.

Nella storia il bastone da passeggio veniva utilizzato sia come arma per difendersi che come elemento di eleganza per nobili e aristocratici.

I nobili li avevano di tutte le tipologie e generi e venivano distinti come bastoni da passeggio per la mattina, per il pomeriggio, per la sera e per le cerimonie. Con l’avvio della rivoluzione industriale i bastoni da passeggio si diffusero anche tra i ceti meno abbienti. Al giorno d’oggi è un ornamento andato in disuso, ma chi decide di utilizzarlo fa ancora bella figura.

COME E’ FATTO IL BASTONE DA PASSEGGIO

Il bastone da passeggio si compone principalmente da tre parti : l’impugnatura, il fusto e il puntale.   

Le impugnature dei bastoni da passeggio sono svitabili ed intercambiabili, possono avere le più diverse lavorazioni e fantasie. Per realizzare un’ impugnatura si utilizza  legno, ferro, avorio, vetro, cristallo, oro e altri materiali.

Le diverse lavorazioni sull’impugnatura e il fusto determinano poi il valore del bastone da passeggio. Le lavorazioni manuali comportano un prezzo logicamente più alto. Oggi molti sono tornati ad acquistare pezzi da collezione.

Il fusto del bastone da passeggio può essere realizzato con le più svariate tipologie di legno: noce, nocciolo, mirto, frassino, ciliegio, ulivo e molte altre tipologie di legno.

Oggi sono molto usati anche l’alluminio e altri metalli. L’alluminio viene usato soprattutto in quanto ripiegabile e leggero per rendere l’accessorio funzionale e facile da portare con sé. Consiglio tale materiale soprattutto in caso di problemi motori in quanto è  particolarmente maneggevole.

Il puntale è la parte finale del bastone da passeggio. I più economici possono essere in gomma o in metalli duri quali osso, ottone , acciaio, corno. I più pregiati anche in argento e avorio. Il puntale ha una forma conica per fare in modo che il peso del soggetto sia ben distribuito sul bastone da passeggio.

Accessorio per le difficoltà

Bastone per difficoltà motorie

CATEGORIE BASTONI DA PASSEGGIO

Le categorie si suddividono in base ai tipi di manico e alla lunghezza del fusto:

  • A becco: formata da un solo braccio che può essere diritto o ripiegabile.
  • Curvatura a U: solitamente realizzata mediante la piegatura a caldo del legno, ma anche con la lavorazione o saldatura di vari materiali.
  • A nodo o a pomolo: Realizzato a pomolo, ossia l’impugnatura si racchiude tutta in una mano.
  • A pennacchio, milord o diritto: realizzata spesso con materiali pregiati molto elaborati, costituita da un prolungamento dell’asta fra 1/8 e un 1/6 dell’intera lunghezza del bastone.

COME SCEGLIERE IL BASTONE DA PASSEGGIO IN FUNZIONE ALL’ALTEZZA

In ogni caso, che sia utilizzato a causa di un incidente o per vecchiaia o come vezzo, bisogna rispettare una giusta proporzione tra l’altezza del soggetto e la lunghezza del bastone da passeggio. Il peso del corpo va appoggiato sul bastone da passeggio per fare in modo di non sforzare eccessivamente la schiena. Tieni conto che al giorno d’oggi sono stati realizzati anche quelli regolabili. Quelli in legno non hanno questa caratteristica. Constatato ciò, la tecnica migliore e più precisa per determinare la lunghezza è quella di misurare la distanza della tua mano al terreno e ricordare che il gomito deve essere in posizione estremamente comoda (deve fare un angolo all’incirca di 20 gradi).

DOVE COMPRARE IL BASTONE DA PASSEGGIO

Oggi è possibile acquistare il bastone da passeggio in negozio ed on line.

Ti consiglio se vuoi acquistare on line il tuo bastone da passeggio di comprarlo regolabile. Consiglio agli appassionati/collezionisti di rivolgersi ad un punto vendita specializzato, così da poterlo anche personalizzare.

Ti illustro alcuni punti vendita:

Su www.bastonidapasseggio.it trovate un’ampia scelta di questo accessorio dal più pratico a quello di lusso, dal più funzionale a quello trendy. La descrizioni dei prodotti sono dettagliate molto bene e complete. È possibile solo l’acquisto on line.

Su www.ausilium.it troverete bastoni da passeggio utili anche per non vedenti e disabili.

In conclusione il bastone da passeggio è un accessorio indispensabile per chi ha problemi motori e un ornamento per chi vuole apparire piú raffinato. Ti consiglio anche di indossarlo in maniera informale. Accessorio consigliabile con il frack per completare un look formale ed elegante per il tuo evento. Ti consiglio di prenderlo in legno nero e con il pomello elaborato per risultare il più glamour possibile.

CINTURA PER UOMO E DONNA

Cintura

Cintura

La cintura è un accessorio che si indossa sia con i pantaloni o che con i jeans o le gonne. La cintura è adatta sia per un look casual che formale. Naturalmente cambia la tipologia di cinta adottata. La cintura può essere in pelle, tessuto o fibre intrecciate. Il valore della cintura cambia a seconda del materiale utilizzato e dalla cintura che può essere impreziosita o lavorata in  maniera particolare.

MISURA DELLA CINTURA

Per scegliere la lunghezza della cintura devi far riferimento al giro vita. La misura si prende dalla lunghezza della fibbia fino al buco che si adopera. Ti consiglio di utilizzare tale metodo tenendo presente che la lunghezza della cintura dopo il buco utilizzato deve essere di soli due buchi.

La larghezza della cintura dipende dal gusto di chi la indossa. Al giorno d’oggi va molto di moda la cintura sottile sia per l’uomo che per la donna.

CINTURA PER LO SPOSO

La cintura per lo sposo deve riprendere il colore delle scarpe. Generalmente si utilizzano per un matrimonio scarpe stringate nere ( le più classiche e formali ) quindi la cintura dovrà essere nera o nera lucida. La cintura deve essere in cuoio nero non particolarmente larga. Quest’ultima infatti è più adatta ai blue jeans.

Acccessorio immancabile

Acccessorio immancabile

MATERIALI DELLA CINTURA

Il cuoio è senza dubbio il materiale più usato per realizzare cinte. La cintura in cuoio può essere sia elegante che casual. A seconda del tipo di lavorazione del cuoio cambia il prezzo.

La cintura in cuoio ha una lunga durata nel tempo. Questo materiale si può tagliare fino o largo a seconda della tipologia di cintura che si vuole realizzare. Sicuramente una cinta di media larghezza risulta più elegante, anche se al giorno d’oggi si utilizzano indistintamente sia su gonne, blue jeans o pantaloni. Consiglio per una cerimonia una cintura di media larghezza.

Il cuoio si può lucidare così da ravvivare il colore. Esistono trattamenti specifici per scolorire il cuoio se si vuole creare un effetto vintage. Questo materiale può essere anche stampato con fantasie o con le proprie iniziali.

La cintura in pelle di coccodrillo è molto costosa e la sua lavorazione non è semplice. Pelle sicuramente adatta ad un evento o serata di gala e grazie a particolari trattamenti si puó ottenere in svariati colori.

Lo juta è un tessuto classico usato anche per realizzare cinture militari. Materiale resistente e robusto che può avere i più svariati colori. Lo juta si può anche intrecciare in modo da creare fantasie e lavorazioni particolari. Sicuramente materiale poco adatto ad un evento formale o cerimonia.

Il poliestere è un materiale durevole e resistente, facile da lavorare. Con il poliestere si possono creare cinture anche economiche ma belle e durevoli nel tempo e costano molto meno di quelle in cuoio. Materiale molto consigliato per un abbigliamento casual o sportivo ma non adatto ad una cerimonia o evento formale.

LA FIBBIA

La fibbia caratterizza molto la cintura. Le case di moda la utilizzano molto per contraddistinguere e inserire il primo logo o marchio. Le fibbie possono essere con diverse lavorazioni, invecchiate, con disegni, satinate e lucide. Il buon gusto vieta di mettere una fibbia troppo grande su una cintura di 35-40 mm. Esistono molti tipi di fibbie, elenco le più usate e classiche:

  • Classico ardiglione che si inserisce nel foro della cintura per fermarla.
  • Chiusura a serraggio dove la cintura è fatta scorrere fino alla misura che si vuole e poi bloccata con un fermaglio. Metodo usato dai grandi marchi di moda per apporre il proprio logo.
  • Chiusura con due anelli, dove la cintura è fatta scorrere sugli anelli e si chiude per tensione.

PULIZIA DELLA FIBBIA

Per sgrassare e lucidare una fibbia in acciaio si può passare un panno impregnato di aceto bianco e dopo ripassare con un panno imbevuto di acqua. Poi asciugare con un altro panno.

Concludo sostenendo che la cinta debba riprendere per la donna il colore della borsa tenendo sempre presente che gli accessori debbono essere abbinati.

Per l’uomo consiglio sempre di abbinarla alle scarpe. Per tutti i giorni e per i blue jeans gioca con fantasie e colori.

La cintura va bene per tutti gli eventi. Non esagerare troppo con colori in eventi formali quali cerimonie o incontri di lavoro. Per tutti i giorni osa e risulterai brillante e particolare.

PROMUOVERE UN EVENTO CON IL CONTENT MARKETING

Promuovere un evento con il content marketing
Promuovere un evento con il content marketing

Il content marketing include l’insieme delle attività di produzione di contenuti destinati a essere pubblicati: non solo i testi, ma anche le foto e i filmati. Internet mette a disposizione infinite opportunità per raggiungere il proprio target di riferimento e per fare in modo che quello che deve essere promosso susciti interesse: il content marketing costituisce una delle strategie che possono essere adottate per riuscirvi. L’impegno sul web è indispensabile per la promozione di eventi, per l’avvio di una campagna pubblicitaria e, più in generale, per favorire il riconoscimento di una certa attività. Creare un sito web può non essere sufficiente se non si pensa a come sfruttare i social network in maniera adeguata.

Quali obiettivi devono essere raggiunti? 

Lo scopo ultimo è quello di catturare la curiosità, e poi l’attenzione, degli utenti della Rete, ma ciò non basta: occorre anche che essi producano un feedback positivo. L’impegno e la dedizione sono doti di cui non si può fare a meno nel contesto di una strategia costante ed efficace, ma c’è bisogno anche di contenuti di qualità, che siano al tempo stesso esaustivi e pertinenti: in una parola, interessanti. Per conquistare gli internauti è necessario essere in grado di distinguersi rispetto alle tantissime informazioni che circolano sul web: ogni intervento di content marketing deve essere progettato con cura, sulla base di canali selezionati e sfruttando le tecniche più appropriate.  Per saperne di più puoi leggere questa guida al content marketing di MyWebIdentity.it.

Come promuovere un evento con il content marketing

Si immagini, per esempio, di voler promuovere un evento: prima di tutto bisogna fare in modo che la notizia che riguarda l’evento sia trasmessa e diffusa, ma ciò può non bastare. Occorre lavorare anche per stimolare la partecipazione. A questo servono le attività di content marketing, che devono trasformare l’evento da promuovere in una esperienza di valore sotto tutti i punti di vista. Ogni canale richiede dei contenuti specifici, i quali devono essere adattati anche in funzione del target a cui si mira.

La creazione dei contenuti

Monitoraggio content marketing
Monitoraggio content marketing

Si potrebbe cominciare con i contenuti di servizio, attraverso i quali è possibile fornire informazioni complete e chiare a proposito della location in cui l’evento sarà organizzato, della sua durata e della data di svolgimento. Al tempo stesso sarà opportuno fornire indicazioni il più possibile dettagliate sul programma, sulla gratuità dell’appuntamento o sul costo del biglietto di ingresso. Tante sono le informazioni che possono essere necessarie a livello organizzativo: il numero massimo di partecipanti, le istruzioni da seguire per giungere in sede, i termini di iscrizione, e così via.

Le brochure e i social network

Per promuovere un evento i contenuti di servizio vanno abbinati a contenuti descrittivi, all’interno dei quali le informazioni vengono presentate in una forma ancora più approfondita. Gli strumenti di cui ci si può servire da questo punto di vista sono i post sui blog e le brochure, ma anche gli aggiornamenti da pubblicare sui social network. Come si può dedurre, si deve fare riferimento tanto a contenuti di testo quanto a elementi visuali, quali video e foto, per mezzo dei quali ai partecipanti venga concessa la possibilità di scoprire quello che l’evento rappresenta nella maniera più dettagliata possibile. I contenuti collaterali potrebbero riguardare delle edizioni del passato o comunque delle esperienze precedenti, oltre ad approfondimenti riguardanti gli argomenti proposti o gli ospiti.

La gestione dei contenuti e la loro divulgazione

Il content marketing può essere considerato come una strategia di crescita attraverso la quale si possono raggiungere prospect nuovi. Creare dei contenuti di qualità è importante, ma ha altrettanto valore la loro gestione sul piano della divulgazione, dal momento che è solo con la condivisione che si ha la possibilità di arrivare alla maggiore quantità possibile di pubblico.

OROLOGIO DA TASCHINO: COME INDOSSARLO

Orologio da taschino

Orologio da taschino

L’orologio da taschino anche detto cipolla o orologio a cipolla è un accessorio prettamente maschile. Fino agli anni ’50 era molto usato per indicare il tempo, poi dopo l’avvento della rivoluzione industriale ha lasciato il posto all’oggi più classico orologio da polso. E’ sicuramente un accessorio raffinato e di stile e sta tornando di gran moda. La scelta di un orologio da taschino non è semplice al giorno d’oggi in quanto li troviamo nei più svariati materiali: oro, argento, acciaio e in plastica. Sicuramente l’orologio da taschino detto “del nonno”, ossia datato, è sicuramente la scelta migliore. Se non ne hai uno ti consiglio di comprarlo in acciaio o argento in quanto tende a scolorire e a far notare l’invecchiamento. Importante è che la cipolla sia leggera e non particolarmente pesante in quanto deve essere facile da estrarre dal taschino e deve essere delle giuste dimensioni. L’accessorio è dotato da due parti: il quadrante rotondo e la catenella. La catenella può essere in acciaio oro o argento, ma deve sempre essere del medesimo tipo di materiale del quadrante.

COME SI INDOSSA UN OROLOGIO DA TASCHINO

Accessorio che consiglio di indossare anche per il vostro evento speciale quale matrimonio, cresima, comunione e cosi via. Orologio da evento in quanto viene utilizzato principalmente con il gilet. Con il frac è vietato indossare l’orologio da polso lasciando spazio all’orologio da taschino. Se ad un evento non si indossa un frac o un gilet sotto l’abito si può indossare ugualmente legando la catenella ai passanti dei pantaloni e infilarlo nella tasca. Per l’uomo raffinato consiglio, ad esempio per un meeting di lavoro, di indossare un orologio da tasca con catenella fissata sull’asola della giacca e poi decidere in quale tasca farlo cadere. Molto importante è la lunghezza della catenella che deve scendere morbida ma non troppo. In tempi recenti l’orologio da taschino viene indossato anche con i jeans per l’uomo che si vuole contraddistinguere, quindi oggi è un accessorio sia casual che elegante.

Accessorio per l'uomo

Accessorio per l’uomo

METODO DI FISSAGGIO DELLA CATENELLA

A seconda dei gusti e dell’evento al quale si interviene ho selezionato 4 tipi di fissaggio della catenella:

– Chiusura a clip : molto casual e adatta per essere allacciata alla cintura. Nulla vieta di indossarla anche con gilet o abito ma la sconsiglio vivamente con il frac.

– Chiusura a “T” : sicuramente la più classica e consiglio di indossare ad una cerimonia con abito e gilet. Chiusura scelta dall’uomo più raffinato ed elegante.

– Chiusura a moschettone : usata molto dai giovani e facile da indossare. Il moschettone si fissa al passante dei pantaloni o dei jeans oppure alla cintura.

– Chiusura ad anello : è un semplice anello (come quello di un porta chiave). Da far passare sulla cintura o passante dei pantaloni. Consiglio di indossare questo tipo di chiusura in circostanze poco formali.

MECCANISMO DELLA CASSA

Per verificare la prestigiosità dell’orologio scelto, i meccanismi interni e il tipo di lavorazione, ti permetteranno di conoscere meglio il valore e la funzionalità del tuo orologio. Se eventualmente vuoi smontare un orologio da taschino, che io ti  sconsiglio vivamente, si deve :

    • far scaricare la molla di carica.
    • Tirare fuori la tige o vite sul movimento sul ponte del bariletto
    • Si smontano le due viti che tengono la cassa
    • poi si smonta il ponte bilanciare

PORTA OROLOGIO DA TASCA

Può essere utilizzato l’accessorio anche come ornamento per la casa. Esistono dei supporti per sorreggere uno o più orologi a cipolla che fanno molto arredamento. Ti consiglio anche di regalarlo in quanto è inusuale averlo in casa, magari per un matrimonio o altra cerimonia.

PAPILLON: COME SCEGLIERLO?

Papillon

Papillon

Il papillon è un accessorio utilizzato principalmente dall’uomo ma in tempi recentissimi anche dalla donna. Il papillon viene utilizzato principalmente in eventi quali matrimoni ,convegni ,cocktail business ed altre cerimonie. Non è escluso il suo utilizzo anche giornaliero e in orario di lavoro. Il papillon si distingue dalla cravatta non per i tessuti utilizzati ma per la forma. Forma particolare a farfalla ( Farfalla anche nome utilizzato per identificare l’accessorio ).

Facile da indossare il papillon. Si differenzia dalla cravatta in quanto non necessita del nodo cravatta fatto a mano. Il papillon ha una chiusura dietro al collo.

Tutti gli eventi necessitano di un loro abbigliamento, e bisogna sapere come scegliere il papillon adatto per l’evento se si vuole essere alla moda e tradizionali allo stesso tempo.  Può essere abbinato sia con lo smoking che con un abito normale. Da tenere conto nella scelta del papillon anche il colore del gilet e della camicia. Il papillon nero viene principalmente usato con abito scuro o smoking, mentre con il frac si indossa il papillon bianco in piquet del medesimo colore del gilet che deve essere bianco. Il papillon fantasia si mette con la camicia a tinta unita mentre quello a tinta unita è preferibile indossarlo con una camicia a fantasia. Per certi tipi di eventi sull’invito troveremo scritto “cravatta nera” , in quel caso bisogna indossare lo smoking mentre se sull’invito troviamo scritto “ cravatta bianca “ è richiesto il frac.

Il papillon è molto diffuso nel vestiario e si può avere in molte fantasie. Questo accessorio può essere fatto in tessuti come la seta o il piquet. I classici papillon sono in tessuto e con diverse fantasie e sono anche i più usati. Le nuove tendenze presentano novità nell’accessorio papillon con la creazione del medesimo in vetro, in pvc  e in legno. Vediamo ora in dettaglio le caratteristiche di ognuno di essi per farci un’idea di quale papillon scegliere.

Abbina il papillon

Abbina il papillon

Papillon in seta o piquet: il papillon in seta è molto raffinato e il tessuto pregiato. Ti consiglio questo tessuto per una giornata in barca, una passeggiata romantica o anche un evento mondano. Il piquet va rigorosamente con il frac e lo smoking.

Papillon in legno: I papillon in legno si possono avere in diversi colori e fantasie. Viene usato anche con lo smoking. In legno resta molto rigido, ma sicuramente si differenzia rispetto al classico papillon, in quanto non va stirato ed inoltre le creazioni su legno sono manuali o a laser e possono essere personalizzate. Questa tipologia di papillon può essere fatto con diverse tipologie di legno e viene scelto anche in base alla durezza e alla qualità del legno, nel rispetto dell’ambiente.

A mio parere la linea più innovativa e l’azienda rappresentativa nel settore dei papillon in legno è WOODILLON che effettuano studi e ricerche continue nel settore. Il prezzo va da € 39 ad € 79. IL costo varia a seconda della forma, dall’ ampiezza delle orecchie e dalle fantasie del papillon.

Papillon in vetro: Il papillon in vetro è un’innovazione nel settore. Il vetro temperato viene realizzato mediante un taglio in laboratorio e poi le fantasie sono riprodotte a mano. Ogni modello è unico e si differenzia dagli altri. Si possono avere diverse tipologie di papillon con tagli anche diversi così da renderli più originali e particolari. Il prezzo va da €37 a € 123 per quelli più elaborati. Il costo varia a secondo della forma e dalle fantasie del papillon.

Papillon in pvc: Il papillon in pvc può essere trasparente o a fantasia. Nonostante sia rigida come forma è molto comodo da indossare, e la versione trasparente mette in risalto la camicia. E’ molto creativo e innovativo come accessorio, utilizzabile anche per cerimonie, si rivolge ad un pubblico estroso e particolarmente trendy. Il vantaggio del papillon in pvc è anche nell’aggancio innovativo che permette di inserirlo nella prima asola della camicia eliminando il collarino che altrimenti andrebbe chiuso dietro al collo. Il sito di riferimento nel settore è printiepapillon.com. Il prezzo è intorno ai € 25. Il prezzo varia a seconda della forma e dalle fantasie del papillon.

Ti consiglio di essere stravagante con il papillon, ossia di usare le diverse fantasie. Ti può essere utile anche per distaccarti dalle classiche regole, fermo restando che con lo smoking deve essere nero. Usalo a fiori per una serata casual o al mare. In ufficio va molto di moda con il gessato. In questo caso il papillon deve riprendere il colore della riga del gessato. Con un abito tinta unita ti puoi sbizzarrire. Ossia giocare con i colori e fantasie. Ti consiglio di usare colori anche forti tipo il giallo o il blu. Farai sicuramente bella figura e attirerai l’attenzione su di te.

Ti consiglio per un cocktail business o un pranzo di lavoro un papillon in sintonia con l’abito. Utilizza colori scuri o il grigio per il tuo papillon e sarai a tema con l’evento.

Una delle occasioni mondane piú note nelle quali viene usato il frak è per i ricevimenti in ambasciata, cene di stato, prime teatrali e balli di un certo livello. Non è assolutamente indicato per i matrimoni per i quali è indicato il tight. Il frak è l’abito usato dai direttori d’orchestra, quindi è indossato per eventi come opere liriche, balletti e concerti che si svolgono a teatro.

Concludo sostenendo che ormai il papillon è entrato a far parte della vita di tutti i giorni. Può essere utilizzato in qualsiasi circostanza, basta abbinarlo con stile.

POCHETTE DA UOMO: COME ABBINARLO

Accessorio per distinguersi

Pochette

La pochette da uomo o fazzoletto da taschino è un accessorio maschile e un ornamento.

La pochette da uomo può essere in raso di seta, cotone e lino, può essere a tinta unita o a fantasia.

Il fazzoletto da taschino contraddistingue l’uomo più raffinato ed è un modo per giocare con colori e fantasie, per arricchire la propria giacca di un ornamento, per dare un tocco di eleganza. Ti consiglio di indossare con un abito tinta unita una pochette a fantasia, che serve per mettere in risalto il tuo lato glamour senza perdere la classica eleganza.

Al giorno d’oggi si indossa anche in ufficio. Diventato un accessorio usuale per manager o persone in carriera. Utilizzalo, farai sicuramente bella figura!

Il fazzoletto da taschino è un ornamento importante come la borsa da donna per creare il tuo look e personalizzare al meglio il tuo stile.

Nel ‘700 in Francia il Re finita la sua toilette quotidiana veniva avvicinato da un vassallo con un vassoio pieno di fazzoletti da taschino che a seconda dell’abito indossato o dall’umore, infilava nel taschino della giacca, facendolo cadere a cascata. A quei tempi il fazzoletto da taschino si usava indossarlo solo a cascata mentre oggi si hanno diverse tipologie di piega. Andò in disuso per molto tempo ma oggi è tornato prepotentemente di moda.

SEGRETI PER LA POCHETTE DA UOMO

Come abbinare la pochette da uomo in una cerimonia: Il fazzoletto da taschino può essere usato per un matrimonio, un battesimo e una cresima ossia indossato anche con un abito scuro. È preferibile indossare una pochette da uomo in lino o cotone ad una cerimonia, ti consiglio con l’abito scuro una classica pochette bianca per risultare classico ed dare un tocco di raffinatezza al tuo look. Ti consiglio anche di indossare con un abito tinta unita una pochette a fantasia, che serve per mettere in risalto il tuo lato glamour senza perdere la classica eleganza.

Come abbinare la pochette da uomo al lavoro: il fazzoletto da taschino si usa ai nostri giorni anche sul posto di lavoro sicuramente in cotone e ti consiglio di usare la tecnica della piega a due punte o più punte

Come abbinare una pochette nel tempo libero: il fazzoletto da taschino nel tempo libero può essere indossato a fantasia e con i più svariati colori, per una passeggiata, una gita primaverile e  un concerto. Da un tocco classico ma sdrammatizza anche la tua giacca, facendo brillare questo ornamento con le più svariate fantasie.

Come abbinare una pochette da uomo : E’ importante ricordare che il fazzoletto da uomo deve essere di diverso colore della cravatta. Può riprendere il colore della camicia o dell’abito, ma mai della cravatta. Ti consiglio il bianco per non sbagliare , in quanto è il classico che non muore mai.

COME SI PIEGA UNA POCHETTE DA UOMO

 si hanno diversi modi di piegare una pochette, a seconda della circostanza in cui si indossa.

Ecco le forme più usate per piegarlo.

  • Piega piatta: la piega piatta è anche detta presidenziale. Viene piegata a quadrato e fatta uscire dalla giacca solo pochi centimetri, preferibilmente usata con papillon o senza cravatta
  • Piega a triangolo ( one corner up): anche detta one corner up. Ti consiglio di utilizzarla senza cravatta. Va piegata facendo fuoriuscire solo un triangolo.
  • Piega a due punte ( two corner up) o più punte: è il più complesso da fare e occorre un minimo di esperienza. Mette in risalto le punte che devono fuoriuscire qualche centimetro dal taschino della giacca. Usato in tutte le circostanze.
  • Piegatura a sbuffo: è il modo migliore per portare con un abito scuro, si infila in basso e si sistema con la mano in modo da aprirlo e farlo essere ilpiù morbido possibile.

DOVE COMPRARE UNA POCHETTE DA UOMO

Al giorno d’oggi una pochette si può acquistare in negozio o in punti vendita on line. Ti consiglio alcuni punti vendita da tenere d’occhio:

Lanieri: si può avere una variegata scelta su www.lanieri.com . E’ possibile anche l’acquisto on line.

Eyelet milano srl: si possono trovare pochette dai colori e forme più classiche così come fantasiose . E’ possibile acquistare il prodotto anche on line o in showroom.

OROLOGIO DA POLSO: TIPOLOGIE E COME SCEGLIERLO

Orologio da polso

Orologio da polso

L’orologio da polso è un accessorio maschile la cui scelta è al quanto difficile. Difficile in quanto troviamo diverse tipologie sia sotto il profilo meccanico che sotto il profilo dei materiali usati per realizzarli.

Il prezzo cambia a seconda dei metalli usati , dei meccanismi interni , delle pietre utilizzate e dalla storia della casa produttrice. Troviamo orologi casual , eleganti, classici o sportivi, ognuno dei quali è adatto per un diverso evento. Nonostante ciò possiamo trovarne anche di economici.

Faccio un piccolo passaggio sugli orologi di legno in quanto sono i più recenti e molto usati dai VIP. Ti consiglio di indossare un orologio in legno con occhiali in legno, in modo da creare uno stile unico, abbinando due accessori che hanno il medesimo materiale.

L’orologio da polso fu inventato da Patek Philippe, prodotto innovativo in quanto l’uomo era dedito indossare orologi da tasca. Molta complesso è il mondo della costruzione degli orologi e dei suoi meccanismi.  Basti pensare che un semplicissimo orologio contiene 130 componenti fino ad arrivare al “Calibre 89” della Patek Philippe contenente 1728 parti.

Nello scegliere un orologio bisogna stare attenti al quadrante, alla cassa e al cinturino oltre che al meccanismo. Per la cassa consiglio una cassa in acciaio o ancora meglio in titanio, ma sicuramente il prezzo sale. Per il quadrante dipende molto dal gusto, ti consiglio l’orologio plurifunzionale (quadrante che racchiude ora, secondi, data e cronometro).

Le case produttrici creano orologi da polso con le maglie, con cinturino in pelle o in tessuto. Facili da regolare quelli in tessuto e in pelle in quanto hanno al centro del cinturino dei buchi dove far passare il perno. Le maglie di un orologio in acciaio, oro o argento per regolarle al polso dell’indossatore vanno tolte da un orologiaio.

QUALI OROLOGI INDOSSARE PER LE CERIMONIE

Oggi non esiste un orologio perfetto da utilizzare nelle cerimonie.  Tutti dal più casual ,al classico ,allo sportivo sono talmente elaborati e curati nei meccanismi e nelle forme da essere ideali per un matrimonio o altre cerimonie.

L’orologio è un accessorio che contraddistingue l’uomo e esiste un galateo dello stesso.

Ti consiglio di giocare molto sui cinturini. Oggi si utilizzano in pelle e materiale sintetico per le circostanze meno formali, piuttosto che la classica maglia in argento, oro o acciaio. La classica maglia può appesantire l’orologio nel gusto, ma mantiene sempre uno stile classico.

Un orologio sportivo, per gite in barca o giornate al mare. Ti consiglio un orologio subacqueo per essere sempre al top.

Per un matrimonio scegli un orologio automatico con cinturino in pelle di coccodrillo o in maglia. Con lo smoking trovo perfetto un orologio classico con meccanismo manuale, cinturino in pelle nera di coccodrillo e quadrante in oro o con rifiniture in oro, da abbinare con la cintura e con i gemelli da polso. Con il Frac è vietato indossare l’orologio da polso prediligendo l’orologio da taschino vintage. Per il tight non esiste una regola . Va ricordato che il tight è l’abito più usato per i matrimoni e un orologio dorato con cinturino in coccodrillo va più che bene.

Un orologio da polso che oggi va molto di moda è quello vintage. Per un matrimonio si può indossare questa tipologia di orologio sia sportivo che classico, se si vuole mettere in contrasto lo stile elegante del vestito con il vintage dell’orologio da polso. Oggi molte persone, non solo collezionisti, vanno alla ricerca di orologi vintage, ma la caccia di pezzi rari e che ci contraddistinguono è aperta. Buona caccia!

Ricordate che sul polso dove si indossa l’orologio non devono in alcun modo esserci altri preziosi al fine di non sminuire e creare confusione al tuo look. Ti consiglio di indossare sul polso dove non hai l’orologio, bracciali che riprendano i colori e i materiali dell’orologio indossato, sicuramente dettaglio gradito a chi ti osserva.

Per quanto riguarda le donne indossare un orologio in una cerimonia è totalmente differente rispetto al bon ton maschile. Sicuramente la donna in una cerimonia deve indossare un orologio raffinato ed elegante con quadrante non particolarmente grande. L’orologio va abbinato, non solo con l’abito, ma con i gioielli indossati in quell’importante giorno. Ti consiglio per un evento formale un gioiello a cascata sul dècolletè, sul polso un orologio abbinato con i gioielli scelti. Consiglio per la donna di ornare la corona dell’orologio di brillanti, per gli eventi più formali. Generalmente con l’abito lungo non si indossa l’orologio.

    IN QUALE BRACCIO INDOSSARE UN OROLOGIO DA POLSO        

In quale braccio indossare un orologio da polso: Non esiste una regola di bon ton su quale polso indossare l’orologio. E’ comune portarlo a sinistra, ma lo si può indossare anche a destra. Generalmente una persona destrorsa lo indossa a sinistra mentre una persona mancina sulla sinistra.

Meccanismi orologio da polso

Meccanismi orologio da polso

 

DIVERSI MECCANISMI DI OROLOGIO DA POLSO

Ci sono stati molti processi di cambiamento sotto il profilo meccanico che hanno indotto l’uomo a creare le più svariate tipologie di funzioni.

  • Orologi manuali: l’orologio più apprezzato dai collezionisti e appassionati è l’orologio a carica manuale. Il metodo per realizzare un orologio manuale nasce dall’idea di migliorare il più possibile l’isocronismo regolando al massimo la distribuzione dell’energia al movimento. Si carica l’orologio manuale mediante un pomello laterale che va ad alimentare la corona di ricarica. Questa fu una delle prime grandi innovazioni in materia, in quanto si potè fare a meno delle chiavette.
  • Orologi automatici: la funzione automatica ha prodotto una grande evoluzione nel settore permettendo un’ampia diffusione e limitando il continuo progredire dei dispositivi elettronici. L’inventore dell’orologio automatico è Abraham-Louis Perrelet di Le Locle. Inventò un orologio che aveva la durata di 8 giorni. Lo fece applicando una lunetta posta al centro del movimento e libera di ruotare sul suo asse a seconda dell’attività di chi portava l’orologio. Una serie di ruote collegate trasmetteva contemporaneamente tali movimenti alla molla contenuta nel bariletto, bloccando tutto il sistema a carica ultimata. Fu poi perfezionato il meccanismo con l’inserimento di altri pezzi per far si che il rotore o massa oscillante crei il giusto movimento della carica tra lo stesso rotore e il rocchetto del bariletto. L’orologio automatico fa si di trasmettere i movimenti del polso umano alla cassa così da regolare la continua carica.
  • Orologi subacquei: la continua evoluzione degli orologi da polso ha portato a brillanti scoperte e a continui esperimenti per far si che gli orologi possano seguire l’uomo anche dentro l’acqua. Si accorsero sin da subito che la cassa circolare fa entrare meno acqua rispetto alla cassa rettangolare che nei suoi angoli diventa più permeabile. Oggi abbiamo molti modelli di orologi subacquei, va ricordato da ultimo CX Swiss Military Watch il 20000 FEET che va fino 6096 metri ed ha il nuovo primato di profondità con movimento meccanico e provvisto anche di cronografo. Se poi si vuole scendere verso altre profondità fino a 12000 metri occorre passare al movimento al quarzo con la cassa riempita di olio di  silicone o oli di tipo minerale che sono incomprimibili.
  • Orologi cronografi: l’orologio cronografo è nato con la necessità di scandire brevi frazioni di momenti. Nato per rilevare in medicina i battiti cardiaci, in guerra le tempistiche d’azione, in ambito sportivo i brevi scatti e qualsiasi altro dato rilevante. Oggi il suo utilizzo è cambiato è diventato un accessorio di pregio da indossare ed è fatto anche da materiali preziosi e rivisitato in versioni vintage. L’orologio generalmente ha al suo lato due pulsanti , uno serve per far partire il tempo l’altro per riportarlo a zero. Orologio da ricordare in quanto fu il primo ad arrivare sulla luna nel 1940 è lo Omega Speedmaster Professional. 

Concludo invitandoti a stare molto attento a scegliere l’orologio da polso da comprare o indossare. Quando lo compri tieni presente la meccanica e le rifiniture del materiale.

Quando lo indossi attento ad abbinarlo bene e ti consiglio di averne più di uno a seconda alla tipologia di eventi ai quali generalmente vieni invitato.

CALZE DA UOMO: QUESTIONE DI STILE

Calze da uomo

Calze da uomo

Le calze da uomo sono un accessorio di biancheria intima che serve per coprire i piedi salendo fino al ginocchio. Utilizzato oltre che per riscaldare il piede è senz’altro un accessorio di moda per completare il tuo look.

Se sei arrivato fin qui è perchè con tutta probabilità hai un evento importante o semplicemente devi uscire di casa, ma non riesci a capire quali calzini indossare per presentarti al meglio e stare sempre a tuo agio.

Le calze da uomo o socks, come dicono gli inglesi, devono essere in armonia con le scarpe e l’abito. Certamente dobbiamo tenere conto di tutto quello che c’è sopra la cintura, quindi camicia, maglietta, cravatta e giacca.

Evitare di mescolare troppi colori è il primo segreto per un look impeccabile. Ma ora entriamo nel dettaglio e risolviamo il tuo problema scegliendo insieme quale calzino indossare.

Abbinamento calze da uomo

Abbinamento calze da uomo

COME ABBINARE LE CALZE DA UOMO

Recentemente gli stilisti nelle passarelle di moda utilizzano poco le calze da uomo preferendo l’uomo a piede nudo. Con il mocassino la moda più recente esclude di indossare le calze da uomo, specie nelle stagioni calde. Nel periodo invernale, senza dubbio,  le calze da uomo sono un accessorio da utilizzare, oltre che per combattere il freddo , per migliorare il proprio look.

Si può giocare molto con le calze da uomo utilizzando le righe, le fantasie ma anche le tinte unite colorate. Per il giorno del matrimonio consiglio sempre calze da uomo nere o grigio scuro. Vietato presentarsi ad un giorno così importante senza calzini , anche con il mocassino, lo trovo di cattivo gusto. Vietato il calzino bianco per lo sposo.

Le calze con disegni o a righe devono riprendere sempre il colore del pantalone che si porta.

Con un abito gessato si possono osare calze che riprendono il colore della riga del vestito, per risultare più classici e formali.

Con i jeans si possono utilizzare calze colorate. Ti consiglio di riprendere il colore del jeans o della scarpa. Si può anche osare con un bel color bordeaux.

Le calze grigie stanno molto bene con un pantalone o jeans bianco.

Si può giocare molto con i calzini rossi utilizzabili con un mocassino o scarpe di stoffa, per l’uomo elegante, raffinato e brillante.

Per eventi formali puoi anche osare colori particolari e forti purché siano abbinati con gli altri accessori del tuo look.

In conclusione con la scelta delle fantasie e colori delle calze ci si può sbizzarrire, ma sempre attenti a non mettere in contrasto troppi colori.

CALZE ANTI ODORE E SUDORE 

Capita spesso che dobbiamo spostarci e camminare per lunghi tratti, specialmente in città. Per alcuni soggetti con sudorazione particolarmente elevata questo porta un grande disagio in quanto oltre al sudore, si deve affrontare il cattivo odore che si propaga dalla scarpa mettendo a disagio la persona. Per evitare questa problematica o per arginarla, oggi sono disponibili calzini con speciali fibre d’argento. Aiutano a mantenere la giusta temperatura del piede, aumentare le proprietà anti microbiche e chiaramente abbattono i cattivi odori. Consiglio anche di indossare solette traspiranti che abbinate con questo calzino producono ottimi risultati.

Le calze, come avete ben compreso, sono un dettaglio importante. Ti contraddistingue e crea il tuo look. In base a ciò osa nei tuoi eventi e risulta brillante. Gioca con le calze a pois e a righe. Look di sicuro successo per chi ha voglia di risultare intraprendente a tutti gli eventi.

 

BRETELLA DA UOMO: CONSIGLI PER ACQUISTARLA

Bretella da uomo

Bretella da uomo

La bretella da uomo è un accessorio utilizzato per sostenere i calzoni, alternativa alla odierna più classica cinta. Può essere in cuoio o elastico. E’ un accessorio con facile applicazione in quanto è composta da due fasce che passano sopra le spalle e riscendono ai pantaloni per essere fissate con bottoni, fibbie o morsetti.

Nate in cuoio, oggi le più utilizzate sono in elastico, piú facili da regolare e meglio adattabili al corpo maschile.

La bretella da uomo oggi viene usata anche sotto gli abiti come accessorio raffinato e stravagante, per un uomo che ama lo stile classico, o per chi preferisce il casual. Anche le donne la utilizzano. Accessorio di vezzo. Ti sconsiglio l’utilizzo sotto lo smoking, mantenendo la classica cintura nera. Prediligo la bretella da uomo con i blues jeans, magari a righe larghe o a fiori. Se decidi di indossarla con pantaloni neri, la bretella da uomo deve essere del medesimo colore. Sta molto bene anche sotto una giacca.

Le bretelle si possono trovare con la fascia larga (che ha la funzione di sorreggere bene i pantaloni) o fina (che non sostengono bene i pantaloni, ma è un accessorio sinonimo di eleganza), con diverse lavorazioni e colori. Molto usate oggi le bretelle fantasia in elastico con la congiuntura della bretella in pelle, la più usata è la bretella nera.

Anche per le donne

Anche per le donne

CHIUSURA DELLA BRETELLA DA UOMO

La parte finale della bretella da uomo può essere a bottoni o a clip. Molto elegante è la chiusura a bottoni, ma richiede anche un pantalone con appositi bottoni, che generalmente sono sartoriali. La chiusura della bretella a bottone si può trovare nei jeans anche se è inusuale.

La parte finale della bretella a clip è anche la più facile da applicare e rimuovere, ma sicuramente meno elegante di quella a bottone e può sgualcire ed usurare il pantalone. La bretella a clip è sicuramente meno formale. Per un importante appuntamento di lavoro per esempio, ti consiglio di indossare quella ad occhielli, per un’immagine vincente e raffinata.

DIMENSIONE DELLA BRETELLA DA UOMO

La bretella da uomo al giorno d’oggi è regolabile, quindi in termini di altezza non crea problemi almeno che non si è alti più di 1,90 e allora bisognerà cercare bretelle fuori misura standard. Ti consiglio se si hanno spalle piccole di non indossare la bretella larga, molto piú adatta la bretella con fascia media o fina.

La bretella larga è sicuramente la più glamour per evidenziare ad un evento la propria eleganza.

La bretella fina è un accessorio molto usato per la vita di tutti i giorni. La ritengo molto ad effetto nera e se riprende il pantalone. Indossala senza timore farai sicuramente bella figura.

Ti consiglio di abbinare la bretella da uomo con il papillon. Due accessori molti di vezzo che uniti ed indossati insieme risultano davvero di grande moda. Abito nero, bretella nera larga e papillon nero sono davvero un ottimo abbinamento per il tuo evento.

MATERIALI DELLA BRETELLA DA UOMO

Le  bretelle si possono trovare in diversi materiali: pelle, seta, fibre elastiche e grosgrain.

Consiglio la bretella in seta sicuramente più elegante e ricercata per eventi che richiedono formalità. Questo tipo di bretella si adatta bene al corpo maschile anche se non hanno l’elasticità di quelle in fibra elastica.

La bretella interamente in cuoio resta poco elastica ed è meno adatta all’uomo intraprendente e di business. Nel caso in cui si ami il cuoio consiglio di fare i baffi nello stesso materiale ma il colore della pelle non deve combaciare con quello delle scarpe.

Ti consiglio di indossare con una camicia bianca una bretella a pois, molto di moda per la persona eccentrica.

La bretella a righe è molto classica. Per questo si può sdrammatizzarla comprando delle righe larghe o abbindole a fantasia con una calza da uomo stravagante.